Curinga - Incontro con i cittadini dei consiglieri Immacolata Enza Denisi e Vincenzo Serrao

Curinga, Mercoledì 30 Agosto 2017 - 09:39 di Cesare Cesareo

Durante una tranquilla serata di fine agosto il gruppo di minoranza che vede protagonisti Immacolata Enza De Nisi e Vincenzo Serrao, ha tenuto un incontro con i cittadini curinghesi per spiegare e precisare quanto accaduto lo scorso 21 agosto, durante l’incontro pubblico organizzato dal sindaco Domenico Maria Pallaria e che ha visto protagoniste De Nisi e il vicesindaco Patrizia Maiello.

In un anfiteatro Serra di Ciancio gremito di gente, De Nisi ha tenuto un lungo discorso in merito al video circolato sul web, sul suo intervento della serata del 21 agosto scorso. Il consigliere di minoranza ha spiegato come “sia la parte finale di un dibattito durato circa 90 minuti; l’effetto di quello spezzone, sapientemente estrapolato, ha come unico risultato la distorsione della realtà”.

Ed in particolare ha chiarito che la sua reazione è scaturita da una serie di episodi, a partire dal fatto che nel momento in cui le era stata data la parola per intervenire dal pubblico, le era stato spento il microfono, impedendo così di far sentire cosa stava dicendo. Inoltre ha spiegato che si è sentita offesa come persona oltre che come politico, dopo che il sindaco  le diceva: “stai zitta, stai zitta se no ti offendo”. Come ha ben spiegato De Nisi, a seguito di questa frase, il sindaco “cerca di consegnarmi il microfono che gli viene tuttavia strappato dalle mani dalla democratica Maiello”.

“E’ in questo momento che ho deciso di salire sul palco per difendere la mia persona. Un atteggiamento sicuramente forte – ha puntualizzato-  il cui unico significato non è quello della violenza ma più propriamente della resistenza. Resistenza di fronte all’abuso di potere e davanti all’ arroganza di chi pensa di essere non un amministratore con l’obbligo di rispondere ai cittadini ed ai consiglieri di opposizione ma una sorta di signorotto locale che tutto può concedersi”.

  Nel suo discorso inoltre ha puntualizzato alcune affermazioni del vicesindaco, divulgate tramite un comunicato stampa.

Un forte applauso ha chiuso l’intervento di De Nisi, che ha incassato anche la piena solidarietà del suo capogruppo Serrao, il quale nel prendere la parola ha voluto chiarire alcuni aspetti di questi anni di amministrazione.

Serrao ha trattato 5 punti ritenuti importanti per il suo gruppo e sui quali in questi anni hanno avanzato delle proposte, ovvero: sulla questione dell’acqua, la valorizzazione del centro storico, il ruolo di Acconia per lo sviluppo del mare, la burocrazia e i giovani. Prima di trattare questi quesiti però, il capogruppo si è soffermato su come avvengono i consigli comunali e le frasi poco consoni dette dal sindaco. A questo proposito ha poi ricordato la proposta di far riprendere in streaming i consigli comunali, in modo da poter rendere partecipi i cittadini di quanto accade e sulle decisioni prese.

Ha poi denunciato il degrado urbano di Curinga, di come alcuni palazzi stiano per crollare e di come il centro storico sia abbandonato, su questo punto ha poi affermato che basterebbe trasferire alcuni uffici amministrativi nei luoghi del centro storico per farlo rivivere.

Sulla questione “acqua” ha puntualizzato: “le sorgenti devono portare acqua a Curinga”; mentre per quanto riguarda Acconia ha spiegato che il mare deve fare esplodere il territorio, oltre all’agricoltura il mare deve fare da traino per lo sviluppo. Ed infine ha voluto porgere un saluto ai giovani, invitandoli ad interessarsi di politica. 

     Giovanna Terranova

Galleria fotografica

8 Foto allegate



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code