Curinga - 8 marzo: Una storia di donne

Curinga, Mercoledì 07 Marzo 2018 - 16:26 di Cesare Cesareo

L'8 marzo: una data significativa che celebra la festainternazionale della donna e rendeomaggio alle conquiste raggiunte sul piano economico,politico e sociale dalle donne di tutto il mondo. Nonostantesia nata come una giornata di lotta femminista e di ribellionecontro le vessazioni subite nel corso dei secoli, l'8 marzo havisto sfumare negli ultimi anni il valore profondo della suacelebrazione per assumere un connotato più' strettamentecommerciale e politico.Ma a quando risale la prima celebrazione della Festa delledonne? Tutto inizio' il 3 maggio del 1908 al Garrick Theater di Chicago, dove si sarebbe dovuta svolgere la consuetaconferenza domenicale delle donne del partito socialista. Ma quel giorno il moderatoredell'evento non si presentò' e le donne decisero di 'festeggiare' comunque la loro presenzacon una giornata dedicata alla donna.

La risonanza di questa celebrazione fu talmenteampia che venne organizzata per la domenica difebbraio dell'anno successivo una manifestazioneper il diritto al voto delle donne, che divenne poi laGiornata della Donna.Nel 1910, alla Seconda conferenza internazionaledei partiti socialisti di Copenhagen, le socialisteamericane decisero di proporre in Europa ilfesteggiamento di questa data riscuotendo grandesuccesso. Le celebrazioni, nel 1911, slittarono finoal 19 marzo per ricordare la promessa (fatta durantela rivoluzione del 1848) dal re di Prussia riguardo il voto alle donne.Per qualche anno non fu stabilita una data precisa per la giornata della donna, fino aquando l'8 marzo del 1917, a Pietroburgo, numerosissime operaie e diversi gruppi didonne e mogli decisero di celebrare la Giornata della donna manifestando per il pane per ipropri figli e il ritorno degli uomini dalla guerra.

Nel giugno del '21 le donne comuniste, riunite a Mosca per la seconda conferenza,decisero di scegliere l'8 marzo come giornata internazionale dell'operaia, in ricordo diquelle donne che sfilarono nel 1917 contro la tirannia degli zar.Sembrano invece solo leggendarie le storie delle 129 operaie morte bruciate in unafabbrica americana e di quelle che nel 1857 scatenarono una dura protesta contro la polizia.

Per quanto riguarda il nostro Paese, la giornata internazionale della donna fu rilanciatadall'UDI (Unione Donne Italiane) che associò' la famosa data al fiore della mimosa.Un'altra data storica e' quella del '75, quando le Nazioni Unite proclamarono l'AnnoInternazionale dell Donne'.Da quel momento l'Onu ha iniziato a festeggiare la donna l'8 marzo, mentre nel '77,l'assemblea generale delle Nazioni Unite decise di adottare una risoluzione proclamandouna ''giornata delle Nazioni Unite per i diritti della donna e la pace internazionale''. Oggisono tanti gli impegni dell'Onu volti a riconoscere l'importanza del ruolo della donna neiprocessi di pace e gli eventi pensati per la lotta alla discriminazione tra sessi in tutto ilmondo.

I Paesi che riconoscono ufficialmente la festa della donna sono: Albania, Algeria, Armenia,Azerbaijan, Bielorussia, Bosnia ed Herzegovina, Brasile, Burkina Faso, Camerun, Cina,Cuba, Georgia, Italia, Israele, Laos, Kazakhistan, Kyrgyzstan, Macedonia, Moldova,Mongolia, Montenegro, Polonia, Romania, Russia, Serbia, Tajikistan, Ucraina, Uzbekistan,Vietnam e Zambia

.Ma la Giornata Internazionale delle Donne e' stata marchiata anche dalla violenza: il 4marzo del 2007, a Teheran, la polizia iraniana arrestò' e picchiò' centinaia di donne e diuomini scesi in piazza per protestare contro il governo segnando un triste momento

 

Puoi guardare il documento in PDF

Galleria fotografica

2 Foto allegate



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code