Curinga - 13 dicembre Soleggiato e tiepido nella giornata nella quale Curinga festeggia Santa Lucia

Curinga, Mercoledì 13 Dicembre 2017 - 16:25 di Cesare Cesareo

      Soleggiato e tiepido 13 dicembre, nella giornata nella quale Curinga festeggia Santa Lucia, una delle Sante più amate e venerate dai curinghesi.

    L’ appuntamento come sempre al Santuatio del Carmine dove , dopo la celebrazione Eucaristica, celebrata da don Franco Decicco, parroco di Acconia che ha animato il triduo, la statua della Santa si è mossa in processione preceduta da una ragazza che impersonava Santa Lucia ,Elisabetta Piro, con i segni che la contraddistinguono Occhi su un piatto, Giglio, Palma, Libro del Vangelo e da quattro ragazze con i segni del martirio e della verginità, Maria Buragina, Martina Cannella, Rosa Perugino e Caterina Dattilo.

      La processione guidata da Don Franco Decicco e don Pino Fazio, seguita dai Priori delle confraternite Giovambattista Panzarella , priore della confraternita del Carmine,  dalle responsabili dei terz’ ordini Carmelitano e Francescano,   dalla banda del maestro Furciniti e da  un gran numero di fedeli, si è incamminata verso la Chiesa Madre dove una solenne celebrazione ha reso onore alla martire cristiana dei primi secoli d.C.  

    Santa Lucia, nasce infatti a Siracusa il 283 e viene uccisa nel 304, ricordiamo che è patrona di  Siracusa, dei ciechi, degli oculisti, degli elettricisti, ed è invocata contro le malattie degli occhi e le carestie.  Nuovamente dopo la cerimonia religiosa la statua seguita dai fedeli si è snodata per le strade di Curinga, facendo ritorno nel Santuario del Carmine.

      Cesare Natale Cesareo

Galleria fotografica

56 Foto allegate



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code