Curinga - QUESTO CAMPEGGIO A CURINGA NON S’HA DA FARE, NE’ DOMANI, NE’ MAI!

Curinga, Sabato 19 Agosto 2017 - 12:40 di Cesare Cesareo

Amarezza, delusione, rabbia.

Questi i sentimenti diffusi tra i cittadini della nostra comunità dinnanzi all’accanimento di una amministrazione che disconosce, di fatto, le tradizioni del proprio territorio.Alla nostra spiaggia, rimasta ormai vergine dall’era delle tanto vituperate baracche, si vuole togliere anche lo status di bene comune.Ancora una volta il Potere si dimostra prepotente e intransigente (ma solo) con i deboli.Il “Don Rodrigo” di turno ha deciso che qualcosa “non s’ha da fare “ed ecco riapparire, loro malgrado e da lui scomodati, i gendarmi. E così, tutto d’un tratto, un gruppo di ragazzi, colpevole di essere troppo innamorato del proprio mare, viene multato per aver montato sull’arenile alcune tende e, di conseguenza, costretto a smontarle.Che criminali!Verrebbe da sbattere la testa al muro dalla disperazione!In un paese in totale abbandono e degrado, in cui sarebbero ben altre le questioni prioritarie su cui porre l’attenzione, si individua come capro espiatorio un gruppetto di giovani, amanti della propria spiaggia ed appassionati alla vita libera e al contatto, per qualche giorno, con la natura.“Don Rodrigo”, evidentemente preso da altre e altrui paturnie, forse non s’è accorto che fino a qualche anno fa, sul nostro immenso arenile, non era presente un solo ombrellone.Quasi certamente, è a questi giovani, oggi bistrattati, e a tanti altri, che si deve un risveglio ed il ritorno dei tanti cittadini curinghesi sulla nostra spiaggia; gli stessi giovani che, da anni, si occupano volontariamente della pulizia della spiaggia e si impegnano nell’organizzazione della festa della cultura e dell’ambiente, quest’anno tristemente boicottata. Festa tanto amata e tanto attesa da un’intera comunità!Lo scopo di questi giovani è sempre stato solo e soltanto quello di richiamare interesse verso la marina di Curinga ma, in cambio del loro impegno, oggi vengono PUNITI!In molte nazioni europee il campeggio libero senza fine di lucro è legale.In altre, pur non essendo regolamentato, è tollerato senza problemi.In Italia la normativa è abbastanza vaga e lascia alla determinazione del Sindaco la possibilità di consentirlo o meno.Ma a Curinga, il Sindaco non solo non acconsente, ma addirittura osteggia!E cosi, quei ragazzi vengo cacciati come colpevoli, quando gli unici veri colpevoli in tutta questa triste storia sono solo i nostri amministratori.Colpevoli per il solo fatto di essere costretti, ancora nel 2017, a discutere sulla possibilità di godere a pieno del proprio mare!Colpevoli per non avere completato, dopo otto lunghi anni di egemonia, l’iter del Piano Comunale di Spiaggia!Non è forse quello, lo strumento urbanistico adatto a regolamentare, fra l’altro, anche queste forme di godimento del bene comune?Evidentemente ci si è riempiti solo la bocca in campagna elettorale, senza che poi nessuno, tra Sindaco e Giunta, abbia avuto un minimo di passione e il giusto impegno nel portarlo avanti nell’interesse della comunità intera.Del resto, è accaduta la stessa cosa anche per tutte le altre promesse.Chissà! Magari la conclusione dell’iter di approvazione del Piano Spiaggia spunterà, come il coniglio dal cilindro, in prossimità di scadenza del mandato?Mi chiedo quale sarà il lascito culturale, di opere, di iniziative e quant’altro sia degno di menzione di un’amministrazione, quella Pallaria, i cui giorni volgono al termine!Non mi viene in mente niente!… Ah sì! una cosa la ricorderò: l’eroico coraggio di aver liberato la spiaggia dai barbari che l’hanno invasa!Siano certi, Sindaco e Giunta, che i tanti curinghesi li ricorderanno per questo e per tutto il resto.Così viene scritta una nuova, triste, pagina degli annali di un’amministrazione che ha sprecato, ancora una volta, l’occasione per dimostrare un minimo di interesse verso la propria comunità.

Consigliere Comunale

Immacolata Vincenza De Nisi

 

Vai al documento originale

Galleria fotografica

2 Foto allegate



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code